Roma Enrico Rava / Joe Lovano

ECM 2654

di Francesco Peluso

Le voci strumentali della tromba e del flicorno di Enrico Rava, del sassofono tenore e del tarogato di Joe Lovano, affiancate nell’occasione dal pianoforte di Giovanni Guidi, dal contrabbasso di Dezron Douglas, dalla batteria di Gerard Cleaver, celebrano, in questo album dal vivo dal titolo Roma, ovviamente dedicato alla meravigliosa capitale che ha ospitato l’evento, il traguardo degli 80 anni del decano del Jazz made in Italy. Registrato all’Auditorium Parco della Musica di Roma nel novembre 2018, il disco contiene sette strutture a firma di Rava, Lovano, Coltrane, tutte tinteggiate dalla maestria della front-line tromba-sassofono ed innervate dal pertinente sostegno ritmico dei tre partners coinvolti. La performance live svela nella tracklist il sontuoso dialogo fra Rava e Lovano in un dualismo formale che va dalle ambrate atmosfere della rarefatta Interiors all’energetico blues di Forth Worth. Se nella prima composizione di Rava prevale il senso melodico ed intimistico, nella seconda di Lovano si scorgono talune schegge infuocate riconducibili alla lectio magistralis di Ornette Coleman. Roma, pertanto, esalta sia l’inossidabile personalità artistica di Enrico Rava, sia l’innata capacità dello stesso di porsi al centro del palco in compagnia di navigati o giovani talenti dalla caratura internazionale. La classe di Joe Lovano, ma anche gli interventi in primo piano di Guidi, Douglas e Clever, rendono estremamente ampia e godibile l’immagine sonora dell’ensemble. Di permeante bellezza, poi, si svela la conclusiva terna di composizioni: Drum Song di Joe Lovano, Spiritual di John Coltrane fino allo sfumare di Over The Rainbow di Arlen/Harburg.

Tracklist:

1) Interiors

2) Secrets

3) Fort Worth

4) Divine Timing

5) Drum Song

6) Spiritual

7) Over The Rainbow

Musicians:

Enrico Rava: flugelhorn

Joe Lovano: tenor sax, tarogato

Giovanni Guidi: piano

Dezron Douglas: double bass

Gerald Cleaver: drums

Released date: 23 agosto 2019

Aggiungi ai preferiti : permalink.

Lascia un commento